Approfondimenti

Integratore alimentare o ricostituente: quale scegliere?

Integratore alimentare o ricostituente: quale scegliere? Posted On

Il corpo umano è per definizione una vera e propria macchina e per funzionare al meglio necessita del giusto apporto di tutte le sostanze nutritive quali carboidrati, proteine, grassi, fibre, vitamine e sali minerali. Eventuali carenze possono causare disturbi potenzialmente molto gravi ed è, quindi, indispensabile intervenire quanto prima al fine di correggere tali insufficienze.

Un’alimentazione sana e corretta non è sempre sufficiente e questa asserzione diventa ancora più vera in presenza di disturbi di malassorbimento e/o patologie specifiche.
Il mercato propone, per fortuna, diverse soluzioni a base di integratori e ricostituenti (anche di origine naturale) e la loro assunzione si rivela, nella maggior parte dei casi, un vero e proprio toccasana.

Cerchiamo, dunque, di capire quali sono le principali differenze tra integratori e ricostituenti, quali preparati si devono prendere per ritrovare il benessere fisico e psicologico e se vi sono dei prodotti dedicati per rimettersi in forma perdendo o riacquistando, a seconda dei casi, peso.

Differenze tra integratori alimentari e ricostituenti

Gli integratori alimentari e i ricostituenti vengono generalmente prescritti dallo specialista in caso di marcata perdita di peso da parte del paziente. I primi devono essere somministrati quando non si raggiunge il giusto equilibrio, attraverso l’alimentazione, tra le diverse sostanze nutritive ingerite nel corso dei pasti.
Gli integratori apportano al corpo tutto ciò di cui questo necessita per funzionare al meglio e la loro azione può favorire una ripresa dei chili persi.

I ricostituenti non sono, invece, prodotti deputati a favorire un aumento del peso corporeo, ma la loro assunzione può essere utile in presenza di fisico debilitato. Si tratta di validi alleati in caso di marcato stress (fisico e mentale), stanchezza e postumi della malattia.

Questi preparati, pur apportando molteplici benefici al corpo, non sono in grado di fare miracoli e per tale motivo si suggerisce di combinarli a uno stile di vita sano e ad una corretta alimentazione. La loro assunzione, sotto stretto controllo medico, migliora lo stato di salute in cui versa l’organismo e tutto ciò può essere di grande aiuto per ritrovare, nel tempo, il proprio peso forma.

Integratori alimentari per carenze nutritive

Le carenze nutrizionali di vitamine, sali minerali e altre sostanze possono essere molto pericolose per l’organismo ed è necessario porvi rimedio quanto prima. Il corpo necessita di tutti i molteplici nutrienti per funzionare al meglio ed è essenziale mantenere un regime alimentare sano, corretto e vario.

Tutto ciò non è sempre sufficiente (specie in caso di scarso assorbimento e patologie specifiche); lo specialista, in questi casi, può prescrivere al proprio paziente terapie a base di integratori alimentari per carenze nutritive. Questi prodotti, disponibili sotto forma di bevande, compresse e capsule, sono una vera e propria fonte concentrata di vitamine, sali minerali, aminoacidi, acidi grassi essenziali e quanto altro ancora.

Integratore alimentare per dimagrire: il guaranà

Il guaranà, pianta sempreverde proveniente dall’Amazzonia, è noto fin dall’antichità per le sue proprietà stimolanti, toniche, astringenti, ma soprattutto dimagranti. Viene assunto da tutti coloro che desiderano perdere peso e rimettersi in forma perché aumenta la resistenza alla fame.

I semi della pianta, che vengono utilizzati per produrre integratori (liquidi, compresse, capsule e tavolette), possiedono un alto tenore di caffeina ed è questo principio attivo che accelera in modo importante il dimagrimento.

Tale sostanza induce l’aumento della termogenesi (consumo di lipidi per riscaldare il corpo) e stimola una maggiore attività da parte dell’enzima lipasi. Tutto ciò favorisce, in ultima analisi, la cosiddetta lipolisi (processo metabolico che prevede la liberazione di acidi grassi liberi e glicerina) con conseguente rimozione degli accumuli di grasso situati negli strati sottocutanei.
L’assunzione di integratori dedicati può favorire la perdita di peso, ma in taluni casi la loro somministrazione è controindicata. Devono prestare attenzione:

• bambini;
• donne in stato interessante e/o in corso di allatamento;
• soggetti affetti da ipertiroidismo;
• persone che soffrono di disturbi quali gastriti e coliti;
• individui affetti da malattie cardiovascolari;
• diabetici;
• soggetti con disturbi renali.

Un uso eccessivo dell’integratore e il superamento delle dosi consigliate può, infine, causare:

aumento dei valori pressori

  • tachicardia
  • alterazione del corretto ritmo sonno-veglia
  • stato d’ansia generalizzato
  • nausea
  • emesi
  • cefalea
  • convulsioni.

Integratore alimentare per ingrassare: alga spirulina

L’alga spirulina vive nell’acqua dolce delle zone sub-tropicali, è di colore verde-azzurro e deve il suo nome alla caratteristica forma a spirale che possiede. Le sue proprietà sono note fin dall’antichità e sempre più persone ne fanno uso per migliorare lo stato in cui versano occhi, sistema nervoso, ossa e cuore. Quest’alga è naturalmente ricca di proteine di natura vegetale, vitamine appartenenti a gruppi diversi, acidi grassi essenziali e sali minerali.

Gli integratori alimentari a base di alga spirulina sono indicati in caso di importante perdita di peso e vengono generalmente prescritti al termine di una dieta eccessivamente rigida. Questi prodotti, disponibili in diverse formulazioni (polvere, compresse, gocce, tavolette e fiocchi), sono ricchi di sostanze che aiutano il soggetto a riprendere i chili persi.

Si ricorda di non superare le dosi indicate perché un eventuale sovradosaggio può causare nausea, emesi, stipsi e alterazione della temperatura corporea; l’assunzione è, infine, controindicata in caso di patologie autoimmuni e affezioni a carico della tiroide.

Ricostituenti per il benessere generale

I ricostituenti sono prodotti molti utili specie dopo malattie, perdite di peso e periodi ad alto tenore di stress fisico e psicologico; la loro assunzione è, inoltre, indicata durante il cambio di stagione quando il corpo è più soggetto a malanni di vario tipo (tosse, raffreddore). Ciascun preparato diventa un valido alleato per l’organismo, ma è indispensabile saper scegliere in modo corretto.

I ricostituenti più efficaci per il benessere psico-fisico

Il mercato propone, giorno dopo giorno, ricostituenti di vario tipo, ma quelli di origine naturale sono senza ombra di dubbio i migliori; cerchiamo di capire cosa si può assumere e quando.

Miele e derivati: il polline, il miele e la pappa reale sono un vero e proprio concentrato di salute e benessere per l’organismo e la loro assunzione migliora la risposta del corpo di fronte a situazioni ad alto tenore di stress. Il polline viene, inoltre, largamente impiegato da tutti coloro che praticano sport perché ricco di vitamine, sali minerali e aminoacidi.

Alghe: la spirulina e la klamath sono tra i ricostituenti più in voga perché detentori di proprietà benefiche. La prima è ricca di sali minerali (primo tra tutti il ferro) e vitamine A, C, E e del gruppo B. La seconda, fonte naturale di vitamine, sali minerali e acidi grassi essenziali, rafforza l’organismo e favorisce l’eliminazione delle scorie dannose.

Ginseng: la sua radice viene assunta per ridare il giusto tono all’organismo, migliorare la circolazione sanguigna, regolare il livello di zuccheri nel sangue, trattare malanni di stagione, contrastare lievi stati depressivi e fornire un valido supporto a memoria e concentrazione.

Eleuterococco: la sua assunzione viene consigliata in concomitanza di cambi di stagione, ma le sue proprietà sono davvero innumerevoli. Si tratta di un potente ricostituente in caso di stress, accentuato affaticamento, esaurimento psico-fisico, ipotensione e scarsa concentrazione.

Prugnolo: questa pianta, molto comune in Italia, produce dei frutti ricchi di vitamine (B e C), sali minerali e tannini; la loro assunzione stimola l’appetito ed è l’ideale in caso di gengiviti e faringiti (questo prodotto può essere tranquillamente consumato anche dai bambini). Fiori, foglie e corteccia vantano, invece, proprietà lassative, astringenti, purificanti e antinfiammatorie.

Aloe vera e le sue proprietà immunostimolanti

L’aloe vera, pianta appartenente alla famiglia delle Aloeacee, è un elisir di salute e benessere per l’organismo e per questo motivo si estrae manualmente dalle sue foglie un succo dalla consistenza simile a un gel. Questa sostanza, ricca di innumerevoli principi attivi, vanta proprietà:

  • immunostimolanti
  • depurative
  • antinfiammatorie
  • nutrienti
  • rimineralizzanti.

La sua assunzione favorisce la corretta attività intestinale e riattiva l’intestino pigro correggendo il pH e riequilibrando la flora batterica; si tratta, inoltre, di un eccellente cicatrizzante perché stimola la sintesi di collagene e la rigenerazione cellulare.

L’aloe vera viene consumata soprattutto in virtù delle sue proprietà immunostimolanti. Questa pianta contiene diversi polisaccaridi e tra questi vi è il cosiddetto acemmanano, un carboidrato complesso ad azione battericida e antifungina. Tale molecola, che possiede innumerevoli proprietà, stimola il sistema immunitario agendo direttamente sull’attività dei macrofagi e sul loro rilascio di chitochine.

L’acemmanano favorisce inoltre la secrezione di ossido nitrico (sostanza che potenzia ulteriormente il sistema immunitario), migliora l’attività delle cellule T (gruppo di linfociti) e induce, infine, mutamenti morfologici agendo sull’espressione degli antigeni di superficie.
Tutte le proprietà dell’acemmanano sono però definite dose-dipendente e gli effetti benefici sono quindi indissolubilmente legati alla quantità di sostanza assunta.

Gli alleati migliori contro la stanchezza: pappa reale e Ganoderma

La pappa reale e il Ganoderma sono due potenti sostanze da assumersi in caso di marcata stanchezza.

La pappa reale viene secreta dalle api operaie ed è nota per le sue proprietà energizzanti, nutrienti e rinvigorenti. Si tratta di un potente integratore naturale e in quanto tale può essere assunto da individui di ogni età al fine di:

  • combattere i malanni di stagione
  • rafforzare il sistema immunitario
  • colmare eventuali carenze vitaminiche
  • contrastare la stanchezza fisica e mentale
  • ridurre la sintomatologia dolorosa pre-mestruale
  • correggere l’anemia
  • favorire il riposo notturno
  • ridurre i livelli di colesterolo nel sangue
  • rafforzare l’apparato cardiovascolare
  • migliorare la salute dell’apparato gastrointestinale.

La pappa reale aiuta, inoltre, il soggetto a ritrovare forza e concentrazione nei periodi di stress (molto utile per i ragazzi sotto esame) e in tal caso è sufficiente assumerne 3 grammi al giorno. Questa sostanza stimola, infine, le ghiandole cortico-surrenali e svolge una funzione euforizzante (è particolarmente indicata in caso di astenia e stati depressivi).

Il Ganoderma, fungo saprofita che cresce su querce e castagni, viene usato fin dai tempi antichi nella medicina tradizionale cinese perché vanta innumerevoli proprietà benefiche. Le sue potenzialità, oggetto di diverse ricerche, sono state riconosciute dal Ministero della Sanità e il Ganoderma viene considerato a tutti gli effetti un potente integratore alimentare. Questo fungo, ricco di vitamine, sali minerali, oligoelementi, polisaccaridi e aminoacidi, è un vero e proprio elisir di salute e benessere per l’organismo perché:

  • rafforza il sistema immunitario
  • riduce gli stati infiammatori
  • accelera il metabolismo e favorisce la perdita di peso
  • regola i livelli di colesterolo nel sangue
  • riduce il rischio di disturbi neurologici
  • riduce lo stress e combatte l’affaticamento
  • abbassa la pressione sanguigna
  • riduce il rischio di malattie cardiache

Il Ganoderma è, inoltre, un ottimo alleato in caso di stanchezza e stati d’ansia perché calma la mente e centra i due emisferi cerebrali. Lo si consiglia in caso di astenia generalizzata, debolezza e fatica. Questo fungo non presenta alcun effetto collaterale, ma devono prestare attenzione tutti coloro che hanno subito un trapianto d’organo e le persone che si sottopongono a terapia farmacologica a base di antiaggreganti, antipiastrinici e immunosoppressori.

Lo si trova in varie forme sul mercato. Sia in polvere in confezioni da 50 a 100 grammi c.a., sia come principio attivo all’interno di prodotti di consumo. Ad esempio tutti i prodotti Organo Gold sono proprio a base di Ganoderma Lucidum, scelta aziendale che ne ha decretato il successo (scoprite tutto sul tè e il caffè al Ganoderma Organo Gold in questo approfondimento realizzato dalla rivista UomoeManager).

Dove acquistare integratori e ricostituenti

Gli integratori e i ricostituenti devono essere assunti solo se strettamente necessario e il trattamento richiede, comunque, un controllo medico costante al fine di evitare possibili effetti collaterali potenzialmente molto gravi (non sono ammesse per nessuna ragione tarapie fai da te).

Si consiglia, inoltre, di acquistare i preparati (in formulazione liquida, compresse e capsule) in farmacie, parafarmacie ed erboristerie.
La maggior parte dei prodotti è infine disponibile online, ma in tal caso è necessario prestare molta attenzione perché alcuni di essi possono essere di dubbia provenienza.

Il corpo necessita, per funzionare al meglio, di tutte le sostanze nutritive possibili ed eventuali carenze possono essere molto pericolose. In questi casi si possono assumere integratori e ricostituenti. In commercio vi sono molteplici prodotti e ciascuno di essi è studiato per colmare eventuali deficit, rispondere alle esigenze dell’organismo e donare allo stesso nuovo benessere.

Ti potrebbe interessare anche