Approfondimenti

Colpo di Frusta: cos’è e come curarlo

colpo di frusta Posted On

Il colpo di frusta è un trauma del rachide cervicale dovuto a un brusco movimento della testa tipicamente in seguito ad un tamponamento stradale.

Esso si verifica quando la testa subisce un brusco movimento di flesso-estensione  oltre il fisiologico range di movimento articolare.

Il colpo di frusta può causare danni a muscoli, legamenti, disco, articolazioni e strutture vascolo-nervose del collo con conseguente sindrome dolorosa, associata o meno a deficit neurologici.

Il colpo di frusta è una causa molto frequente di dolore cervicale.

A seconda dell’entità del danno, i sintomi possono regredire nel giro di pochi giorni o settimane oppure esitare in una sindrome cronica.

Meccanismo traumatico del colpo di frusta

Quando si subisce un tamponamento automobilistico il corpo subisce una brusca accelerazione in avanti mentre il collo per inerzia tende a conservare la sua posizione: nel complesso si ha una iperestensione del collo finchè il capo non si arresta contro il poggiatesta. Successivamente, a causa del ritorno elastico e dell’attivazione dei riflessi muscolari, il capo viene proiettato in avanti, flettendosi sul tronco.

Nello scontro frontale la sequenza del meccanismo è esattamente l’opposto, con prima una flessione e successivamente una iperestensione.

Se l’automobile è priva di poggiatesta, il danno da iperestensione sarà più grave.

Se l’automobile è priva di airbag, il danno da flessione sarà più grave.

Le conseguenze del colpo di frusta

Il colpo di frusta può causare molteplici danni.

Tipicamente si ha uno stiramento o una lacerazione (strappo) delle fibre muscolari del collo con conseguente stravaso sanguigno ed edema.

Contratture muscolari ed alterazioni tonico-posturali del collo sono dovute alla brusca e massiva sollecitazione dei recettori muscolari e tendinei: l’atteggiamento più tipico è la riduzione o inversione della fisiologica lordosi cervicale. Tali alterazioni possono strutturarsi nel tempo e residuare anche a distanza di molto tempo dal trauma.

Alterazioni vascolari possono essere dovute a una transitoria riduzione del flusso sanguigno all’interno dei vasi vertebrali, il che può esitare in una sindrome vertiginosa. Quest’ultima può essere dovuta anche alla sollecitazione dei recettori vestibolari.

Nei casi più severi sono possibili: danno dei dischi intervertebrali con erniazione, danno delle radici nervose, danno del midollo spinale.

I sintomi

Cervicalgia

Il sintomo più comune è il dolore cervicale, che può essere di entità da lieve a moderata/severa e protrarsi per un periodo anche molto lungo, fino alla cronicizzazione, se non adeguatamente trattato.

La cervicalgia può avere molte altre cause concomitanti e peggiorare significativamente in seguito a un colpo di frusta.

Per approfondire l’argomento nel dettaglio e conoscere le possibili terapie si consiglia la lettura dell’articolo: cervicale e cervicalgia: rimedi e prevenzione

Gli altri sintomi più frequenti sono:

–         Mal di testa

–         Rigidità con limitazione dei movimento del collo

–         Vertigini

–         Acufeni

–         Visione offuscata

Nelle lesioni gravi è possibile avere:

–         Dolore irradiato agli arti superiori

–         Disturbi sensitivi: riduzione della sensibilità, formicolii

–         Deficit motori: difficoltà a muovere gli arti

La diagnosi

La diagnosi viene posta dal medico in base all’esame clinico del paziente ed , eventualmente, agli esami strumentali (radiografia, TAC, RMN) eseguiti.

La terapia del colpo di frusta

La terapia dipende dall’entità del danno e dai sintomi lamentati dal paziente.

In generale è indicato un periodo di riposo, anche mediante l’applicazione di un collare.

Farmaci antidolorifici ed antinfiammatori sono utili nel controllo del dolore cervicale.

La fisioterapia è importante nel ripristinare un’adeguata mobilità del collo e correggere eventuali alterazioni posturali.

Le terapie fisiche possono essere utili nel ridurre l’infiammazione e il dolore.

Nei casi più severi, in presenza di fratture o lesioni vascolo-nervose può rendersi necessario l’intervento del chirurgo.

Come prevenire il colpo di frusta?

E’ importante regolare il poggiatesta della propria auto in base alla propria altezza, in modo da fornire un adeguato supporto al capo in caso di tamponamento.

Svolgere una regolare attività fisica consente di mantenere un adeguato trofismo muscolare, prevenire alterazioni posturali e dolore cervicale.

In seguito ad un incidente stradale, è opportuno rivolgersi all’attenzione dal medico per verificare l’assenza di lesioni serie e ricevere assistenza adeguata.

Ti potrebbe interessare anche